Presentazione

Il South Luangwa national park, ricordato per la sua altissima concentrazione di leopardi. I leoni sono numerosissimi, così come le iene; tra gli altri carnivori sono presenti il licaone, animale che andremo a cercare in modo particolare durante ogni safari, proprio perché questa è la stagione migliore per avvistarlo. La zebra di Burchell è comune nella Luangwa Valley, mentre la giraffa di Thornicroft e lo gnu di Cookson sono due specie endemiche del parco: le si possono vedere solo qui. Ci sono 14 specie di antilopi tra cui il Kudu maggiore, con le sue magnifiche corna a spirale. Tra i primati facili da avvistare i babbuini gialli, i cercopitechi verdi; presente anche il notturno galagone. Elefanti, ippopotami e coccodrilli sono numerosissimi. Le possibilità di vedere il leopardo durante il safari notturno è molto alta. Il South Luangwa National Park rappresenta il cuore di un incantevole ecosistema che vanta antilopi, zebre, bufali, elefanti e un’abbondanza di predatori: leoni, sciacalli, iene, ghepardi, licaoni, animale in via d’estinzione e, non ultimo e relativamente semplice da avvistare, il leopardo. Il parco è definito come uno dei più grandi santuari della natura e ospita due rarità endemiche: la Giraffa di Thornicroft e lo Gnu di Cookson. Un vero paradiso anche dal punto di vista ornitologico con più di 700 specie di uccelli. La vegetazione è in prevalenza costituita da alberi di mopane, ma molti grandissimi baobab o sausage tree si trovano su un territorio di 9050 km2. Elefanti, ippopotami e coccodrilli saranno facili da avvistare dalla splendida posizione del campeggio, affacciato sulle rive del fiume Luangwa. La densità di leopardi è tra le più alte del mondo. Questo è il periodo migliore per gli avvistamenti del raro licaone.

A CHI E’ RIVOLTO UN WORKSHOP DI FOTOGRAFIA NATURALISTICA? I nostri workshop sono rivolti in generale agli appassionati fotografia, professionisti e non, e, chiaramente, agli amanti della natura africana e dei viaggi. Se siete stanchi di fotografie ‘piatte’, della solita foto del leone che dorme, se pensate di voler fare un salto di qualità, di voler fotografare una situazione particolare allora questo è il viaggio che fa per voi. Viaggeremo a stretto contatto con la natura dei parchi africani sfruttando le nostre conoscenze per catturare delle immagini vive e significative; andremo a cercare situazioni particolari, fermeremo il momento, l’attimo in cui il comportamento dell’animale è significativo. Durante un workshop di fotografia naturalistica si cercherà lo scatto migliore dall’alba al tramonto; le notti stellate faranno da cornice agli spettacoli della natura che vivremo con stupore.

IL FOTOGRAFO Federico Veronesi è un fotografo di origini italiane che vive in Kenya; si è classificato tra i primi posti in diverse dizioni del premio East African Wildlife Photographer of the Year ed è inoltre una guida certificata K.P.S.G.A. ‘La natura è la passione della mia vita, e stare fuori nella savana a fotografare elefanti, leoni, ghepardi o a cercare un leopardo lungo un torrente, è il sogno della mia vita che diventa realtà. Ogni ruggito di leone o sospiro di leopardo mi emoziona come fosse la prima volta. E condividere questa mia passione con altri fotografi sarà per me una soddisfazione ed un piacere. Farò sempre tutto il possibile e di più per una singola fotografia, e non mi sentirai mai dire che è ora di rientrare. Solo quando l’oscurità ci circonderà completamente saremo costretti ad ammettere che la giornata è finita. In alcuni parchi dell’Africa si ha la possibilità di seguire gli animali mentre si danno da fare per sopravvivere in mezzo ai pericoli ed alle sfide della savana Africana. Rimanendo lunghi periodi di tempo con loro avrai la possibilità di entrare così a fondo nella loro vita che comincerai a vedere il mondo con i loro occhi, che si tratti di un ghepardo che sta allevando i cuccioli, o un elefante maschio che scaccia un rivale importuno. Consapevoli che ogni animale ha un suo carattere ed e’ imprevedibile, osserveremo i comportamenti e ti spiegherò quello che sta succedendo; cercheremo di prevedere cosa probabilmente succederà in seguito, e perché. Questo ci sarà molto utile ai fini della fotografia.’ Federico Veronesi

GUIDA AI SAFARI I game drive, definizione inglese che descrive l’escursione in 4×4 finalizzata all’avvistamento degli animali, si svolgeranno sia di giorno che di notte (night drive) all’interno dei parchi con delle jeep autorizzate all’esplorazione notturna. Non è richiesta alcuna preparazione se non la voglia di alzarsi all’alba e la pazienza necessaria alla ricerca degli animali. Durante la ricerca di animali ci soffermeremo su tutti, ma una particolare attenzione verrà rivolta alla ricerca dei licaoni. Il walking safari è una delle esperienze più suggestive ed affascinanti che si possano fare al South Luangwa National Park, una delle poche zone in Africa dove è permessa questa attività. Accompagnati da una guida professionista e da un ranger armato esploreremo una piccola area del parco per scoprire un mondo sconosciuto fatto di tracce, segni odori e infiniti spunti che solo la natura può offrire. Non è richiesta alcuna preparazione fisica, ma solo il rispetto di poche e semplici regole dettate dalla particolarità dei luoghi. Fotografia durante i safari: sarà sempre permesso portare con sé la propria attrezzatura fotografica. Le guide innanzi tutto cercheranno in primo luogo di posizionare il veicolo nelle condizioni migliori, laddove la sicurezza lo permetta. All’interno del parco le jeep NON comunicano via radio tra loro, questo per evitare di accalcarsi su un animale e salvaguardarne quindi la tranquillità. Occorre quindi essere nel posto giusto al momento giusto per vedere ciò che si desidera; noi preferiamo che un santuario della natura come il South Luangwa conservi questo spirito d’avventura che tanto lo contraddistingue. Il parco ha regole ferree: dopo le 20:00 è vietato circolare. Da sapere: nei parchi o all’interno dei campeggi,verrà fatto firmare uno scarico di responsabilità obbligatorio per accedervi data la particolarità dei luoghi.

Il mezzo di trasporto

Tutte le distanze saranno coperte con un mezzo 4×4 da 14 comodi posti, attrezzato con tende igloo (da utilizzare singolarmente o a coppie) dotate di zanzariere. A disposizione inoltre: materassini, frigorifero, viveri, cucina da campo, corrente 12/220 V. per ricaricare le batterie, ricetrasmittenti VHF, gps, notebook per scaricare fotografie digitali e filmati, telefono satellitare (al costo di 5 euro/min), kit pronto soccorso. Lo staff è composto da tre persone: Stefano, Francesca e Shukuru.

Sistemazioni

2 notti in piacevoli chalet pochi chilometri fuori Lilongwe, le restanti notti in ampio campeggio sulle rive del fiume L Luangwa attrezzato con docce e servizi; è stato scelto per la sua posizione assolutamente unica a stretto contatto con la natura del parco che ci darà emozioni indimenticabili: spesso attraversano il campeggio gli elefanti, gli ippopotami brucano l’erba durante le ore notturne e le giraffe si avvicinano spesso. Le sistemazioni in lodge/chalet/albergo, sono intese, dove non altrimenti richiesto, in camere doppie o, in rari casi, triple; potrebbero essere sostituite per problemi tecnici-organizzativi senza però stravolgere il progetto iniziale. Le strutture sono state scelte con cura seguendo un’idea di conservazione del territorio e sostenibilità del viaggio, preferendo posizioni a stretto contatto con la natura.

Il periodo

PERIODO CONSIGLIATO! Lasciamo che siano le immagini che seguono a suggerirvi la risposta!!! Non c’è un periodo più ed uno meno indicato…abbiamo invece due periodi, quello secco e quello verde, entrambi, come si vede dalle immagini, assolutamente da visitare ed assolutamente consigliati! Il parco è secco nella stagione che va da maggio a novembre, verde nella stagione da gennaio ad aprile/maggio. Ogni anno, comunque, le stagioni possono anticipare o posticipare l’arrivo…ci troviamo di fronte a fenomeni naturali che non sono scienze esatte! Le temperature dipendono largamente dalle altitudini e dalle latitudini e, chiaramente, dalla stagione. Avremo massime temperature al South Luangwa National Park, dove il termometro arriverà a 30°C e minime durante la notte attorno ai 10°C.

Da sapere

GUIDA AI SAFARI

DA SAPERE La spedizione potrà essere modificata sul posto ed in qualsiasi momento per ragioni tecniche, organizzative o di sicurezza senza stravolgere il progetto iniziale.

Nessuna recensione

Hai già partecipato alla spedizione? Dicci cosa ne pensi

Giorno 1

Arrivo a Lilongwe, incontro con lo staff di Africa Wild Truck. Trasferimento dall'aeroporto agli chalet situati pochi chilometri fuori città. Pernottamento in chalet.




Giorno 2

In viaggio verso lo Zambia e arrivo al South Luangwa national park, attraversando una zona cuscinetto immersa tra villaggi dove non mancheranno gli incontri con la gente. Pomeriggio ad osservare gli animali dalla sorprendente posizione del campeggio situato sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 3

La ricca diversità di habitat sarà subito evidente già dal nostro primo safari in mattinata e durante il safari notturno, il night drive, safari in 4x4 durante le ore serali, quando sarà più facile avvistare gli animali notturni: all'interno del parco nazionale South Luangwa alla ricerca di leoni, leopardi, iene, genette, civette, nightjar…Pernottamento in tenda sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 4

Safari al mattino e safari notturno. Giornata dedicata all'avvistamento degli animali durante le ore meno calde del giorno: al mattino, subito dopo l'alba, e al pomeriggio, prima e dopo il tramonto. Pernottamento in tenda sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 5

Walking safari accompagnati da un ranger armato e da una guida professionista, per rientrare al campo base sulla sponda del fiume, attraversando una selvaggia e piacevole area. Alla sera safari notturno. Pernottamento in tenda lungo il fiume Luangwa.




Giorno 6

Safari al mattino e safari notturno. Giornata dedicata all'avvistamento degli animali durante le ore meno calde del giorno: al mattino, subito dopo l'alba, e al pomeriggio, prima e dopo il tramonto. Ogni giornata trascorsa immersi nella natura è differente dal giorno precedente. Pernottamento in tenda sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 7

Safari al mattino e safari notturno. Giornata dedicata all'avvistamento degli animali durante le ore meno calde del giorno: al mattino, subito dopo l'alba, e al pomeriggio, prima e dopo il tramonto. Cercheremo, come ogni giorno, di sfruttare al massimo le possibilità per avvistare il licaone. Pernottamento in tenda come la notte precedente.




Giorno 8

Trasferimento all'aeroporto internazionale per il rientro in Italia.




Giorno 9

Safari e uscita dal parco, oltrepassando una vasta area cuscinetto in cui sono possibili, ancora una volta, gli incontri con animali. Pernottamento in chalet pochi km fuori città.




Quota di partecipazione
1750 euro
La quota include
  • Guide parlanti italiano
  • L’assistenza del fotografo Federico Veronesi
  • tutti i trasporti, da e per l’aeroporto, le tasse stradali
  • tutti i safari, tutti gli ingressi ai parchi e le escursioni come da programma
  • la polizza assicurativa di viaggio Globy rosso www.globy.it
  • tutti i pernottamenti come da programma
  • tutti i pasti e le bevande durante i pasti (esclusi vino o superalcolici)
  • 50US$ che Africa Wild Truck dona interamente alla PAW
La quota non include
  • I voli (contattateci in ogni caso anche per i voli; stiamo valutando le opzioni più vantaggiose in
  • collaborazione con BORGO PO VIAGGI di Vittorio Veneto Viaggi s.r.l. - Via Bonafous 2-h, 10123
  • Torino, Tel.+39.011.8129845, Fax: +39.011.8398886, e-mail: borgopoviaggi@tin.it)
  • La tassa aeroportuale di uscita dal Malawi (30 US$) e il visto di ingresso in Zambia (50US$)
  • Le bevande fuori dai pasti, i vini e i superalcolici
  • Eventuali spese personali
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne ‘La quota include’
Richiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono

Spedizione

Il tuo messaggio

Vuoi ricevere via e-mail informazioni ed aggiornamenti da Africa Wild Truck?
Si