Presentazione

Un viaggio sugli altopiani della Rift Valley, tra Malawi e Zambia. Poche nazioni hanno regioni sconosciute e dimenticate. In Malawi è il nord. Questa regione è dominata dagli altopiani di Viphya, in cui si estende la Viphya forest reserve, dagli scenari unici dei Nyika national park, una perla incastonata tra i 2000 e i 2600 metri di altitudine, parco nazionale con uno degli scenari più spettacolari e inconsueti dell’Africa centrale. Il Nyika plateu formano il muro della Great Rift Valley e dalle pianure alluvionali di Vwaza Marsh wildlife reserve, tra bufali, elefanti ed ippopotami, a 1000 m sul livello del mare, un’area di paludi e pianure ed ancorail meraviglioso Lago Malawi terzo lago più grande dell’Africa, dalle acque limpide come quelle di un mare che ospita circa 550 specie di pesci. In Zambia, nell’incredibile South Luangwa national park, per vivere l’emozione di un safari a piedi a stretto contatto con l’ambiente, entrando nel cuore del parco in jeep anche nelle ore notturne. Un parco con una grande abbondanza di predatori: leoni, sciacalli, iene, ghepardi, piccoli branchi di licaoni ormai in via d’estinzione e, non ultimo e relativamente semplice da avvistare, il leopardo. Il parco ospita inoltre due grandi rarità endemiche: la giraffa di Thornicroft e lo gnu di Cookson. L’incontro con le popolazioni locali, specialmente in Malawi, rimarrà nel cuore per la loro grande semplicità nella gioia di vivere: luoghi ancora incontaminati e poco turistici immersi in una natura selvaggia, tra animali, villaggi, mercati, un viaggio che attraversa due nazioni così diverse e così indimenticabili.

IL VIAGGIO

Il Nyika national park, una perla incastonata tra i 2000 e i 2600 metri di altitudine, con uno degli scenari più spettacolari e inconsueti dell’Africa centrale; tra colline e dolci pendii che si perdono a vista d’occhio qualche bosco sempreverde è ciò che resta dell’immensa foresta pluviale che un tempo copriva l’Africa centrale. Gli incontri con zebre, eland, antilopi roane, cervicapre, saltarupi, sciacalli e iene sono comuni; più difficile da avvistare, data la loro natura schiva, la ricca popolazione di leopardi. Il Vwaza marsh wildlife reserve è tagliato da numerosi affluenti del fiume Rukuru e si estende per circa 1000 kmq fino al confine con lo Zambia. Un territorio vasto ed inesplorato con un habitat ricco di numerose specie di animali. Ippopotami, bufali, antilopi, iene, leopardi, leoni ed elefanti che, ancor oggi, dopo esser stati cacciati per anni, sono decisamente nervosi e pericolosi. 270 specie di uccelli rendono la riserva una IBA (Important Bird Area) internazionale con significative popolazioni di specie rare e minacciate. è un meraviglioso miscuglio di vegetazione che va dalla foresta alla savana, dalle pianure alle paludi. Questo ricco habitat attrae oltre 300 specie di uccelli, incluse cicogne aironi e anatre. Vengono spesso avvistate famiglie di 30 elefanti, così come numerosissimi ippopotami. Trascorreremo un paio di giorni sulle rive del terzo lago più grande dell’Africa, una delle riserve d’acqua più grandi al mondo; si calcola che i pesci endemici che ne popolano le acque, i ciclidi, siano intorno alle 1000 specie. I giorni in Zambia verranno invece trascorsi a stretto contatto con la natura: il South Luangwa national park rappresenta il cuore di un incantevole ecosistema che vanta antilopi, zebre, bufali, elefanti e un’abbondanza di predatori: leoni, sciacalli, iene, ghepardi, piccoli branchi di licaoni ormai in via d’estinzione e, non ultimo e relativamente semplice da avvistare, il leopardo. Il parco ospita inoltre due rarità endemiche: la giraffa di Thornicroft e lo gnu di Cookson. Un vero paradiso anche dal punto di vista ornitologico con più di 700 specie di uccelli. Il parco è famoso per i leopardi: questo felino solitario, però, è difficile da avvistare, ma durante i night safari avremo più possibilità. Leoni e iene sono facili da avvistare. Il Malawi è davvero un Paese accogliente e caloroso: la sua gente ha un cuore caldo ed ospitale che in nessun altro Paese dell’Africa abbiamo mai sentito. Lontano dal turismo, lontano dai circuiti più (e a volte anche da quelli meno!) battuti, nonostante le bellezze struggenti dei suoi paesaggi, il suo popolo ospitale ed incredibilmente amichevole, i chilometri di spiagge incontaminate di sabbia dorata, il Malawi resta un Paese non ancora scoperto dal turismo e questo lo rende ancora più affascinante.

Il mezzo di trasporto

Tutte le distanze saranno coperte con un mezzo 4×4 da 14 comodi posti, attrezzato con tende igloo (da utilizzare singolarmente o a coppie) dotate di zanzariere. A disposizione inoltre: materassini, frigorifero, viveri, cucina da campo, corrente 12/220 V. per ricaricare le batterie, ricetrasmittenti VHF, gps, notebook per scaricare fotografie digitali e filmati, telefono satellitare (al costo di 5 euro/min), kit pronto soccorso. Lo staff è composto da tre persone: Stefano, Francesca e Shukuru.

Sistemazioni

A Lilongwe trascorreremo le notti in piacevoli chalet immersi in piacevole giardino, pochi chilometri fuori dalla città.  Le notti al South Luangwa National Park sulla riva del fiume Luangwa, in una posizione di assoluta bellezza in lodge  attrezzato con docce e servizi igienici; gli ippopotami, le giraffe e gruppi di elefanti visitano spesso il campo.
A Kande beach due notti in emozionante campeggio affacciato sul lago Malawi. Al Nyika national park un camping indimenticabile per la sue posizione affacciata sul Nyika plateau attrezzato con docce e servizi igienici. Di notte le zebre visitano il campo, così come molte specie di antilope. A Vwaza marsh in campeggio attrezzato con docce e servizi igienici affacciato sul lago dove spesso fanno visita al campo gli elefanti.
Sui Viphya plateu campeggio nella foresta in posizione immersa nel verde, tra centinaia di specie di uccelli. Il campeggio è attrezzato con docce e servizi igienici. Le sistemazioni in lodge/chalet/albergo, sono intese, dove non altrimenti richiesto, in camere doppie o, in rari casi, triple; potrebbero essere sostituite per problemi tecnici-organizzativi senza però stravolgere il progetto iniziale.
Le strutture sono state scelte con cura seguendo un’idea di conservazione del territorio e sostenibilità del viaggio, preferendo posizioni a stretto contatto con la natura. Contattaci per maggiori info sul lodge da noi scelti!
 

Il periodo

Le temperature dipendono largamente dalle altitudini e dalle latitudini. Avremo massime temperature in riva al S. Luangwa national park, dove il termometro arriverà oltre i 30°C e minime nella regione del Nyika national park, dove le temperature scenderanno durante la notte attorno ai 13°C.

Da sapere

GUIDA AI SAFARI

I numerosi game drive, definizione inglese che descrive l’escursione in 4×4 finalizzata all’avvistamento degli animali, si svolgeranno di giorno e di notte al S. Luangwa national park. Non è richiesta alcuna preparazione se non la voglia di alzarsi all’alba e la pazienza necessaria alla ricerca degli animali. Da notare che i safari verranno svolti durante le ore più fresche della giornata (alba e tramonto), quando gli animali, cioè, sono più facili da avvistare. Essendo autonomi, comunque, potremo decidere di fermarci su una scena il più a lungo possibile, seguendo sempre le regole del parco.
Fotografia durante i safari: sarà sempre permesso portare con sé la propria attrezzatura fotografica. Le guide innanzi tutto cercheranno in primo luogo di posizionare il veicolo nelle condizioni migliori, laddove la sicurezza lo permetta. All’interno del parco le jeep NON comunicano via radio tra loro, questo per evitare di accalcarsi su un animale e salvaguardarne quindi la tranquillità.
Occorre quindi essere nel posto giusto al momento giusto per vedere ciò che si desidera; noi preferiamo che un santuario della natura come il S. Luangwa conservi questo spirito d’avventura che tanto lo contraddistingue.
Da sapere: nei parchi o all’interno dei campeggi,verrà fatto firmare uno scarico di responsabilità obbligatorio per accedervi data la particolarità dei luoghi.La spedizione potrà essere modificata sul posto ed in qualsiasi momento per ragioni tecniche, organizzative o di sicurezza senza comunque stravolgere il progetto iniziale.

Nessuna recensione

Hai già partecipato alla spedizione? Dicci cosa ne pensi

Giorno 1

Lilongwe, Malawi. Arrivo a Lilongwe, in Malawi, Paese accogliente e caloroso: la sua gente ha un cuore caldo ed ospitale che in nessun altro Paese dell’Africa abbiamo mai sentito. Lontano dal turismo, nonostante le bellezze struggenti dei suoi paesaggi, il suo popolo ospitale ed incredibilmente amichevole, i chilometri di spiagge incontaminate di sabbia dorata, il Malawi resta un Paese non ancora scoperto dal turismo e questo lo rende ancora più affascinante. Incontro con lo staff di Africa Wild Truck e trasferimento in lodge situato in una piacevole e verde area a pochi km dalla città.




Giorno 2

Lilongwe- South Luangwa national park, Zambia. In viaggio verso lo Zambia e arrivo al South Luangwa national park, attraversando una zona cuscinetto immersa tra villaggi dove non mancheranno gli incontri con la gente. Pomeriggio ad osservare gli animali dalla sorprendente posizione del campeggio. Pernottamento in lodge, sulle rive del fiume Luangwa. Spesso si osservano ippopotami, elefanti e giraffe attraversare il fiume.




Giorno 3

South Luangwa national park, Zambia. La ricca diversità di habitat sarà subito evidente al nostro primo safari mattutino e durante il night drive, safari in 4x4 durante le ore serali, quando è più facile avvistare gli animali notturni: all’interno del parco nazionale South Luangwa alla ricerca di leoni, leopardi, iene, genette, civette, nightjar….in questo parco è possibile avvistare anche il raro licaone, animale purtroppo in via d’estinzione. Pernottamento in lodge sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 4

south luangwa - chitipi - Malawi. Attraversamento del confine e rientro in Malawi direzione Chitipi, piccolo villaggio alle porte di Lilongwe. Attraverseremo un Malawi rurale fatto di piccoli paesi dell’etnia Chewa, da cui la lingua parlata è Chi-chewa. Se saremo fortunati potremo incontrare le maschere del Gule Wamkulu, cerimonia e danza segreta che viene rappresentata in occasione di momenti particolari quali nascite, feste tradizionali e momenti significativi della vita dell’uomo e della donna. Pernottamento in chalet.




Giorno 5

Chitipi - Viphya forest reserve. Direzione nord, dopo aver oltrepassato la città di Kasungu e i numerosi inselberg, rocce granitiche che costellano il panorama, entreremo nella Forest reserve di Viphya a quota 1600 m. Molti fiumi tagliano queste numerose valli e questa zona è uno dei pochissimi luoghi in Africa malaria free, dato il clima fresco tutto l’anno. Pernottamento in tenda in emozionante campeggio nella foresta di brachystegia.




Giorno 6

Viphya forest reserve. Giornata all’interno della Forest Reserve dove organizzeremo un breve trekking in foresta dove avremo possibilità di scoprire le bellezze e gli scorci di Viphya. Questo paradiso offre avvistamenti incredibili sia per gli uccelli (nettarine doppio collare, aquile, avvoltoi, aironi ed egrette sono semplici da avvistare) che per i mammiferi (le iene si possono spesso sentire, mentre babbuini, cercopitechi, bushbuck, duiker facili da avvistare. Anche il leopardo abita la zona, insieme a civette, porcospini e manguste. Pernottamento come la notte precedente.




Giorno 7

viphya f. reserve - vwaza marsh wildlife reserve. Dalla Forest Reserve ci dirigeremo ancora verso nord e dopo una breve sosta a Mzuzu, cittadina principale del nord del Malawi, attraverseremo i fiumi Kasitu e South Rukuru per entrare nella Vwaza reserve, grande piana a quota 1000 metri sul livello del mare al confine con lo Zambia. Tra boschi di mopane, paludi e foreste la riserva ha diversi habitat che racchiudono diverse specie come elefanti, ippopotami, bufali e diverse specie di antilopi. Pernottamento sulle rive del lago Kazuni.




Giorno 8

Vwaza marsh wildlife reserve. Inizieremo la giornata con un walking safari, una camminata accompagnati da un ranger all’interno della riserva per meglio osservare la natura. Facoceri, duiker, impala, kudu, eland e antilopi roane sono semplici da avvistare. Le strade all’interno della riserva sono infatti impraticabili con le jeep; il safari a piedi è il modo migliore per avere possibilità di godere dello spettacolo della natura. Il Vwasa marsh wildlife reserve è un parco poco turistico che ha molto da offrire. Questo ricco habitat attrae oltre 300 specie di uccelli, incluse cicogne aironi e anatre. Vengono spesso avvistate famiglie di 30 elefanti, così come numerosissimi ippopotami. Pernottamento come la notte precedente.




Giorno 9

Vwaza marsh w. reserve - Nyika national park. Un viaggio che attraversa panorami selvaggi e poco turistici. Arrivo al Nyika national park, perla incastonata tra i 2000 e i 2600 metri di altitudine, con uno degli scenari più spettacolari e inconsueti dell’Africa centrale. Pernottamento in tenda in posizione incredibile; la zona del campeggio è, ancora una volta, malaria free.




Giorno 10

Nyika national park. Giornata dedicata al safari nel Nyika national park, più grande e più antico parco nazionale del Malawi in cui di recente sono state scoperte pitture rupestri risalenti a 3000 anni fa. Con la sua vegetazione unica che cresce a 2000 metri sul livello del mare attrae centinaia di specie relativamente semplici da avvistare nelle grandi porzioni di parco libere da foresta: tra queste abbiamo antilopi roane, eland, zebre, sciacalli, iene e leopardi. Pernottamento come la notte precedente.




Giorno 11

Nyika national park - Chitimba. Un viaggio che attraversa panorami selvaggi per arrivare sul terzo lago più grande dell’Africa in una splendida baia tra i villaggi di pescatori. Geologicamente importante perché situato all’estremo sud della Rift Valley, ospita circa 500 specie di pesci di cui oltre 350 endemiche e circa un terzo dei ciclidi conosciuti dell’intero pianeta. Le sue sponde offrono spiagge bianche o dorate. Pernottamento in tenda sulle rive del Lago Malawi.




Giorno 12

Chitimba. Relax in questo piccolo angolo sperduto del Malawi, dove i pescatori solcano le acque del lago con le loro piccole imbarcazioni. E’ un ecosistema fondamentale per tutta la regione per la sua funzione di regolatore del clima, di vitale bacino d’acqua dolce per le popolazioni e per l’avifauna della regione. Pernottamento come la notte precedente.




Giorno 13

Chitimba - NkhotaKhota Lasciamo Chitimba per raggiunere una località davvero suggestiva dove non solo ci stupirà il panorama, ma anche la famosa pottery, fabbrica di ceramiche più famosa del Malawi. Pernottamento in lodge.




Giorno 14

Lilongwe aeroporto internazionale Trasferimento in aeroporto internazionale di Lilongwe per il volo di rientro.




Giorno 15

NkhotaKhota - Lilongwe Ritorniamo a Lilongwe passando per le meravigliose Chia lagoon.




Quota di partecipazione
2200 €
La quota include
  • Guide di origini italiane (Stefano Pesarelli e/o Francesca Guazzo) CHI SIAMO
  • tutti i trasporti, da e per l’aeroporto, le tasse stradali
  • tutti i safari, tutti gli ingressi ai parchi e le escursioni come da programma
  • la polizza assicurativa di viaggio Europassistance o similare (bagaglio e medica)
  • tutti i pernottamenti come da programma
  • tutti i pasti e le bevande durante i pasti (esclusi vino o superalcolici)
  • 50US$ che Africa Wild Truck dona interamente alla PAW (vedi pag.11)

 

La quota non include
  • I voli (contattateci in ogni caso anche per i voli; stiamo valutando le opzioni più vantaggiose in collaborazione con BORGO PO VIAGGI di Vittorio Veneto Viaggi s.r.l. - Via Bonafous 2-h, 10123 Torino, Tel.+39.011.8129845, Fax: +39.011.8398886, e-mail: borgopoviaggi@tin.it) [quota indicativa a partire da 800€]
  • Il visto di ingresso in Zambia (50 US$ al momento della stesura di questo programma)
  • Le bevande fuori dai pasti, i vini e i superalcolici
  • Eventuali spese personali
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne ‘La quota include’
Modalità di pagamento

Contattaci all’indirizzo info@africawildtruck.com per prenotare on line il tuo posto sul truck o per qualsiasi altra informazione.

Salute

Obbligo di vaccino contro la febbre gialla; indispensabile portare con sé il libretto giallo che certifica il vaccino.
Consigliamo di effettuare questi vaccini:

  • tetano
  • febbre tifoide
  • epatite A e B

Per ciò che riguarda la malaria, malattia trasmessa dalla puntura della zanzara femmina del genere anofele, la sua prevenzione è data in primo luogo da una prevenzione di tipo meccanico ossia evitare di farsi pungere seguendo queste regole:

  • dormire sotto le zanzariere
  • usare insetticidi per eliminare eventuali zanzare
  • dopo il tramonto, quando le zanzare sono più attive, evitare di lasciare scoperte parti del corpo, indossando pantaloni e camicie a maniche lunghe di colori chiari perché i colori scuri attraggono le zanzare e spruzzare le parti del corpo scoperte con Autan Extreme. Per l’utilizzo di eventuali farmaci antimalarici suggeriamo di consultare l’ufficio di igiene pubblico; le norme sanitarie infatti variano molto velocemente.
Farmacia di viaggio

Consigliamo di portare una piccola scorta di questi medicinali:

  • Analgesici/antipiretici: acido acetilsalicilico e nimesulide
  • Antibiotici: come ciproxin o amoxicillina o acido clavulanico
  • Antimalarici: da portare comunque 2 confezioni di Lariam in caso di emergenza
  • Antidiarroici: loperamide o caolino in caso di sintomi (da utilizzare solo se veramente necessario!)
  • Sali reidratanti: in caso di perdite di liquidi
  • Contro il mal di auto/aereo: una confezione di compresse o gomme da masticare
  • Antistaminici: in caso di reazioni allergiche
  • Forbici, pinzette e termometro
  • Creme solari
  • Insettifughi ( tipo autan estreme)
Bagagli

Per ragioni di spazio e convivenza ogni persona dovrà avere un solo zaino/borsone grande di max 15 kg con dimensioni massime di 30x40x50 cm oltre al classico zainetto a mano con attrezzatura fotografica. Ci raccomandiamo di rispettare le dimensioni.
Sono da evitare zaini da montagna con spallacci e imbraghi inutili e ingombranti.  Suggeriamo borse morbide o piccoli trolley(vedi foto)


Biancheria: sarà sempre possibile lavare la biancheria dove ci fermeremo per almeno 2 notti.

Documenti

Necessario il passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza e con almeno due pagine libere; per l’ingresso in Malawi il visto turistico è ottenibile in aeroporto gratuitamente; per l’ingresso in Zambia il visto è ottenibile direttamente in frontiera al costo di 50US$.Attenzione: in Zambia, in Malawi, come in molti altri Paesi dell’Africa, valgono banconote emesse DOPO il 2004.
 

Abbigliamento
  • scarpe comode (si consigliano scarpe da trekking)
  • sandali (meglio se tecnici)
  • ciabatte facili da asciugare per doccia
  • giacca a vento smanicata
  • k-way
  • felpa/pile
  • pantaloni lunghi cotone/lino (colori chiari)
  • camicie a maniche lunghe cotone/lino (colori chiari)
  • magliette cotone
  • costume da bagno
  • biancheria intima
  • marsupio piatto sottomaglia per passaporto
  • occhiali da sole
  • cappello
     

* Per colori neutri si intendono: verde militare, sabbia, kaki, beige.

Altro
  • sacco a pelo in piuma ( consigliato un sacco a pelo che resista fino a 5°C)
  • asciugamani
  • binocolo
  • torcia da testa
  • coltellino/borraccia
  • macchina fotografica/videocamera/batterie di ricambio!!!
  • fotocopia passaporto e 2 fototessere
  • zanzariera da viaggio
Richiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono

Spedizione

Il tuo messaggio

Vuoi ricevere via e-mail informazioni ed aggiornamenti da Africa Wild Truck?
Si