Presentazione

La più grande migrazione di mammiferi al mondo: 10 milioni di pipistrelli, ogni anno, migrano dalle foreste del Congo per venire a riprodursi e rifocillarsi nel Kasanka national park, nel nord dello Zambia. Uno spettacolo che abbiamo voluto far coincidere con la luna piena. Al tramonto il cielo si copre di ali silenziose e l’atmosfera è così suggestiva da non crederci. I biologi e i ricercatori hanno tentato di spiegare il motivo di questa migrazione di massa; gli studi sono ancora in corso: dal Sudan allo Zambia, passando per le foreste del Congo, questi pipistrelli (Eidolon helvum) si nutrono principalmente di  bacche: nella stagione più ricca di frutta trovano nel Kasanka national park un luogo un cui rifocillarsi, riuscendo a mangiare giornalmente fino a due volte il loro peso corporeo e a riprodursi. Una di quelle meraviglie non ancora completamente spiegate del pianeta.Un gran video della BBC illustra questo spettacolo così unico e importante per l’ecosistema:  l’impollinazione e i semi delle foreste tropicali dipendono per almeno il 50% dai pipistrelli. Ci immergeremo poi nella natura del Kafue national park,  22000 km2 di natura selvaggia, uno dei parchi più grandi dell’Africa per un safari alla ricerca di leoni, leopardi o altri felidi. Ippopotami, coccodrilli e antilopi d’acqua, abbondanti lungo il fiume Kafue.
 

IL VIAGGIO

Zambia, ovvero “nella natura selvaggia”: qui si possono trovare alcune delle peculiarità del Continente come la migrazione di pipistrelli o la meno nota migrazione di gnu.
Foreste di miombo coprono circa il 70% del territorio e in Zambia si contano più di 100 mammiferi e 700 specie di uccelli nei 18 parchi nazionali, che coprono circa 60,000 km2.
Nel Kasanka national park vive il sitatunga, una antilope schiva e difficile da avvistare, i puku, il duiker e il tragelafo striato; le paludi sono famose e fiumi e piccoli laghetti sono casa per ippopotami e coccodrilli.
Gli elefanti vivono in foresta, ma alcune volte si fanno vedere in spazi aperti.  Il vero spettacolo del parco, grande poco più di 390 km2, è la migrazione dei pipistrelli: si parla di circa 5 milioni di pipistrelli da frutta, (Eidolon helvum), uno degli spettacoli più grandi a cui abbiamo assistito e un raduno più grande al mondo non esiste.
I safari, al mattino presto e alla sera, sono su grandi alberi da cui si gode di un panorama unico sull’immensità  della foresta, dove una luce radente al tramonto e un walking safari per salire sulle piattaforme sospese sugli alberi sono una emozione che in Africa va vissuta.
Poi, all’improvviso, milioni di pipistrelli si alzano in volo per cibarsi dei piccoli frutti, rifocillarsi e riprodursi. In attesa della prossima migrazione. Il cielo si oscura quasi e queste grandi ali che migrano hanno un ruolo nell’ecosistema davvero insostituibile, basti pensare che l’impollinazione e i semi delle foreste tropicali dipendono per almeno il 50% dai pipistrelli.  Descrivere a parole questa emozione è difficile; è assistere ad uno degli spettacoli naturali più grandi della Terra che accadono davanti a noi, nella speranza che questo Patrimonio venga preservato. Il parco è gestito da un ente privato che in questi anni ha fatto miracoli: siamo davvero contenti che parte del ricavato vada alla ricerca e alla conservazione di questo ecosistema attraverso il Kasanka Trust Ltd.
Come in ogni spedizione ci fermeremo nei piccoli villaggi per un incontro, una visita ai mercati di frutta e verdura ed entreremo in punta di piedi in una scuola per immergerci nella realtà della vita africana e capire qualcosa di più della cultura che ci accoglie.
 “Tutte le strade portano a Lusaka”, si dice da queste parti. Impossibile non notare i suoi palazzi stile “socialista” e passeggiare lungo la strada per il Cairo, Cairo road. Lusaka divenne la capitale della Rhodesia del nord nel 1935, sostituendo la lontana Livingstone.
Nel Kafue national park, uno dei parchi più imponenti dell’Africa, le paludi stagionali, chiamate dambo, sono il rifugio, nella stagione secca per antilopi e primati che vivono spesso insieme. Antilopi d’acqua, lichi rossi, antilopi nere e fulve, puku e oribi sono specie comuni. Bufali, zebre, gnu e anche il raro licaone sono presenti nel parco. I leopardi sono numerosi nel Kafue e  durante i safari notturni potremo avere più possibilità di avvistamento di felidi e altri predatori notturni in azione. Leoni, iene  abbondano ed in questo periodo di inizio stagione verde è più facile vedere i cuccioli appena nati.
Infine nel Kafue non mancano gli uccelli: se ne contano circa 400 specie che includono il barbuto di Chaplin, una specie endemica dello Zambia. Un viaggio veramente nella natura più selvaggia dell’Africa.

 

Il mezzo di trasporto

Tutte le distanze (trasferimenti) saranno coperte con il truck, un mezzo 4×4 da 13 comodi posti, attrezzato con tende igloo (da utilizzare singolarmente o a coppie) dotate di zanzariere. A disposizione inoltre: materassini, frigorifero, viveri, cucina da campo, corrente 12/220 V. per ricaricare le batterie, ricetrasmittenti VHF, gps, notebook per scaricare fotografie digitali e filmati, telefono satellitare (al costo di 5 euro/min), kit pronto soccorso. I safari verranno svolti su jeep aperte attrezzate per il safari.
Lo staff è composto da tre persone: Stefano Pesarelli, Francesca Guazzo e Shukuru Mwasaga. CHI SIAMO

Sistemazioni

Nella capitale, Lusaka, trascorreremo le notti in piacevole campeggio situato in una zona verde pochi km fuori dalla città, in prossimità dell’aeroporto, attrezzato con docce e servizi.
Trascorreremo le notti nel Kafue national park in piacevole campeggio attrezzato con docce e servizi igienici. Le notti al Kasanka National Park in una posizione di assoluta bellezza in lodge attrezzato con docce e servizi igienici. A Mkushi pernotteremo in campeggio all’interno di una grande farm, mentre a Serenje due notti in pulita ed accogliente guesthouse.
Le sistemazioni in lodge sono intese, dove non altrimenti richiesto, in camere doppie o, talvolta, triple; potrebbero essere sostituite per problemi tecnici-organizzativi senza però stravolgere il progetto iniziale.
Le strutture sono state scelte con cura seguendo un’idea di conservazione del territorio e sostenibilità del viaggio, preferendo posizioni a stretto contatto con la natura. Per l’elenco dei lodge/campeggi scriveteci!
 

Il periodo

Le temperature dipendono largamente dalla stagione, dalle altitudini e dalle latitudini. Qui a fianco una tabella indicativa delle temperature medie nelle varie stagioni. Il mese più caldo è novembre, il mese più fresco è giugno/ luglio. La stagione secca, va da Aprile/Maggio a Novembre. La stagione umida va da Dicembre a Marzo/Aprile, in questo periodo si possono vedere i parchi nel loro splendore verde; alcuni cuccioli di mammiferi nascono in questo periodo così come molti uccelli attraversano la stagione degli amori, cambiando il piumaggio e corteggiando le femmine. Noi consigliamo entrambe le stagioni, entrambe infatti hanno un fascino particolare. Contattaci per avere informazioni maggiori sulla stagione in corso, non tutti gli anni sono uguali!
 

 

Da sapere

GUIDA AI SAFARI

GUIDA AI SAFARI

I numerosi game drive, definizione inglese che descrive l’escursione in 4×4 finalizzata all’avvistamento degli animali, si svolgeranno di giorno e di notte con delle jeep. Non è richiesta alcuna preparazione se non la voglia di alzarsi all’alba e la pazienza necessaria alla ricerca degli animali. Da notare che i safari verranno svolti durante le ore più fresche della giornata (alba e tramonto), quando gli animali, cioè, sono più facili da avvistare. Essendo autonomi, comunque, potremo decidere di fermarci su una scena il più a lungo possibile, seguendo sempre le regole del parco. I safari verranno svolti su jeep aperte attrezzate per il safari.

Il walking safari nel Kasanka national park è una esperienza suggestiva all’interno della foresta. Accompagnati da una guida professionista e da un ranger armato esploreremo una piccola area del parco per raggiungere gli alberi da cui si gode di una vista spettacolare. Non è richiesta alcuna preparazione fisica, ma solo il rispetto di poche e semplici regole dettate dalla particolarità dei luoghi.

Fotografia durante i safari: sarà sempre permesso portare con sé la propria attrezzatura fotografica. Le guide innanzi tutto cercheranno in primo luogo di posizionare il veicolo nelle condizioni migliori, laddove la sicurezza lo permetta. All’interno del parco le jeep NON comunicano via radio tra loro, questo per evitare di accalcarsi su un animale e salvaguardarne quindi la tranquillità. Occorre quindi essere nel posto giusto al momento giusto per vedere ciò che si desidera; noi preferiamo che un santuario della natura come il Kafue national park conservi questo spirito d’avventura che tanto lo contraddistingue.

Da sapere: nei parchi o all’interno dei campeggi, verrà fatto firmare uno scarico di responsabilità obbligatorio per accedervi data la particolarità dei luoghi. Per sfruttare al meglio la giornata i pranzi saranno a volte rapidi e ‘al sacco’, mentre le cene sempre curate.

 

 

Nessuna recensione

Hai già partecipato alla spedizione? Dicci cosa ne pensi

Giorno 1

LUSAKA, ZAMBIA 31 OTTOBRE 2011. Arrivo a Lusaka, in Zambia. Paese che viene descritto come “la vera Africa”; non sappiamo se un Paese possa essere definito più vero di un altro, sta di fatto che qui la natura è davvero selvaggia e lo dimostrano gli spettacoli della natura. Incontro con lo staff di Africa Wild Truck e trasferimento in campeggio situato in una piacevole e verde area a pochi km dalla città.




Giorno 2

LUSAKA - KAFUE NATIONAL PARK 1 NOVEMBRE 2011. Arrivo nel pomeriggio al Kafue national park, attraversando una zona cuscinetto immersa tra boschi di mopane. Pomeriggio ad osservare gli animali. Pernottamento in campeggio, sulle rive del fiume Kafue. Spesso si osservano ippopotami ed elefanti aggirarsi per il campo.




Giorno 3

KAFUE NATIONAL PARK 2 NOVEMBRE 2011. La ricca diversità di habitat sarà subito evidente al nostro primo safari mattutino e durante il night drive, safari in 4x4 durante le ore serali, quando è più facile avvistare gli animali notturni: all’interno del parco nazionale Kafue alla ricerca di leoni, leopardi, iene, genette, civette, nightjar….Nel Kafue national park si possono incontrare anche il caracal, i licaoni e i ghepardi. Pernottamento in tenda sulla riva del fiume Luangwa.




Giorno 4

KAFUE NATIONAL PARK 3 NOVEMBRE 2011. Safari al mattino e safari notturno. Giornata dedicata all’avvistamento degli animali durante le ore meno calde del giorno: al mattino, subito dopo l’alba, e al pomeriggio, prima e dopo il tramonto. Cercheremo, come ogni giorno, di sfruttare al massimo le possibilità per avvistare tutti gli animali. Al mattino è facile vedere famiglie di elefanti attraversare il fiume e babbuini impegnati alla toeletta quotidiana e qualche piccolo casca sempre dall’alto di qualche “sausage tree” per fortuna senza conseguenze. Pernottamento come la notte precedente




Giorno 5

KAFUE - LUSAKA 4 NOVEMBRE 2011. Viaggio verso Lusaka, capitale dello Zambia; tappa d’obbligo per dirigerci verso nord-Ovest e le pianure di Kasanka. Pernottamento in campeggio.




Giorno 6

LUSAKA - MKUSHI 5 NOVEMBRE 2011. Nel periodo di semina e di preparazione dei terreni, le piane a 1200m attorno a Mkushi si colorano di verde per le coltivazioni di mais. La vita dei piccoli coltivatori dei villaggi scorre lenta e faticosa. Dopo Kaphiri Mposhi vireremo a est, per fermarci a Mkushi, piccola cittadina situata in una fiorente zona agricola, tra mais e pomodori. Pernottamento in campeggio.




Giorno 7

MKUSHI - SERENJE 6 NOVEMBRE 2011. Attraverseremo questa ricca zona agricola per raggiungere Serenje. Oltre ad una bella vista vista a 1400m Serenje offre tranquillità sulla via principale, dove si svolge la vita cittadina: un piccolo ospedale, qualche negozio, un mercato e piccole attività sonnolente, contrastano con il bar del nostro accogliente e pulito lodge: osservare i giovani e la voglia di divertimento ed evasione di una forse anonima città nel cuore dello Zambia può essere interessante. Pernottamento in accogliente lodge.




Giorno 8

SERENJE - KASANKA NATIONAL PARK 7 NOVEMBRE 2011. Entreremo nel Kasanka national park. Dopo essere entrati nella foresta di miombo raggiungeremo uno dei laghi del parco, dove l’ultima volta siamo riusciti ad avvistare gli elefanti. Nel parco vive anche il sitatunga, una antilope schiva e difficile da avvistare, i puku, il duiker e il tragelafo striato; le paludi sono famose e fiumi e piccoli laghetti sono casa per ippopotami e coccodrilli. Pomeriggio ad osservare la natura dalla posizione del lodge, dove pernotteremo.




Giorno 9

KASANKA NATIONAL PARK 8 NOVEMBRE 2011. Safari al mattino presto, prima dell’alba per godere del vero spettacolo del parco, grande poco più di 390 km2: la migrazione dei pipistrelli: si parla di circa 5 milioni di pipistrelli da frutta, (Eidolon helvum), uno degli spettacoli più grandi a cui abbiamo assistito e un raduno più grande al mondo non esiste. Al pomeriggio safari serale, raggiungendo la cima degli alberi e le incredibili postazioni di avvistamento presenti nel parco. Pernottamento in lodge




Giorno 10

KASANKA NATIONAL PARK 9 NOVEMBRE 2011. Ancora una giornata per ammirare questo vero spettacolo della natura. Un raduno così grande di mammiferi al mondo non esiste. Milioni di pipistrelli si alzano in volo per cibarsi dei piccoli frutti, rifocillarsi e riprodursi. In attesa della prossima migrazione. Il cielo si oscura quasi e queste grandi ali che migrano hanno un ruolo nell’ecosistema davvero insostituibile, basti pensare che l’impollinazione e i semi delle foreste tropicali dipendono per almeno il 50% dai pipistrelli. Pernottamento come la notte precedente.




Giorno 11

KASANKA NATIONAL PARK - SERENJE 10 NOVEMBRE 2011. Torneremo a Serenje, dopo essere usciti dal parco e aver fatto l’ultimo safari. Questa piccola cittadina offre uno scorcio d’Africa al tramonto davvero singolare. In un attimo il sole tramonta dietro gli escarpment che dividono dal Congo e i giovani escono per un drink. Un bello spaccato dal cuore dello Zambia. Pernottamento in accogliente guesthouse.




Giorno 12

SENERNJE - MKUSHI 11 NOVEMBRE 2011. Da Serenje in viaggio verso Mkushi, zona in cui troveremo un tardo pomeriggio di relax immersi nella natura. La zona è poco popolata, ma i panorami aperti e le coltivazioni in questa zona agricola ne fanno una tappa di rientro verso Lusaka molto piacevole. Pernottamento in campeggio.




Giorno 13

MKUSHI - LUSAKA 12 NOVEMBRE 2011. Uscendo da Mkushi entriamo nella direttiva per il Copperbelt; molto frastuono accompagna la cittadina di Kaphiri Mposhi dove arrivano molti congolesi in cerca di lavoro. Arriveremo a Lusaka, pernotteremo nel campeggio sotto la foresta di miombo.




Giorno 14

LUSAKA - AEROPORTO INTERNAZIONALE 13 NOVEMBRE 2011. Partenza dall’aeroporto internazionale Lusaka International Airport e arrivo in Italia il 13 di novembre al mattino presto.




Quota di partecipazione
2450 euro
La quota include
  • Guide di origini italiane (Stefano Pesarelli e/o Francesca Guazzo) CHI SIAMO
  • tutti i trasporti, da e per l’aeroporto, le tasse stradali
  • tutti i safari, tutti gli ingressi ai parchi (6 notti in totale) e le escursioni come da programma (4 safari nel Kafue national park e 4 safari, bat walk nel Kasanka national park: ogni bat walk costa 100 US$)
  • la polizza assicurativa di viaggio Europassistance o similare (bagaglio e medica)
  • tutti i pernottamenti come da programma
  • tutti i pasti e le bevande durante i pasti (esclusi vino o superalcolici)
     
La quota non include
  • I voli (contattateci in ogni caso anche per i voli; stiamo valutando le opzioni più vantaggiose in collaborazione con BORGO PO VIAGGI di Vittorio Veneto Viaggi s.r.l. - Via Bonafous 2-h, 10123 Torino, Tel.+39.011.8129845, Fax: +39.011.8398886, e-mail: borgopoviaggi@tin.it) [quota indicativa a partire da 800€]
  • il visto di ingresso in Zambia (50 US$ al momento della stesura di questo programma)
  • Le bevande fuori dai pasti, i vini e i superalcolici
  • Eventuali spese personali
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne ‘La quota include’
Modalità di pagamento

Contattaci all’indirizzo info@africawildtruck.com per prenotare on line il tuo posto sul truck o per qualsiasi altra informazione.

Salute

Obbligo di vaccino contro la febbre gialla; indispensabile portare con sé il libretto giallo che certifica il vaccino.
Consigliamo di effettuare questi vaccini:

  • tetano
  • febbre tifoide
  • epatite A e B

Per ciò che riguarda la malaria, malattia trasmessa dalla puntura della zanzara femmina del genere anofele, la sua prevenzione è data in primo luogo da una prevenzione di tipo meccanico ossia evitare di farsi pungere seguendo queste regole:

  • dormire sotto le zanzariere
  • usare insetticidi per eliminare eventuali zanzare
  • dopo il tramonto, quando le zanzare sono più attive, evitare di lasciare scoperte parti del corpo, indossando pantaloni e camicie a maniche lunghe di colori chiari perché i colori scuri attraggono le zanzare e spruzzare le parti del corpo scoperte con Autan Extreme


Per l’utilizzo di eventuali farmaci antimalarici suggeriamo di consultare l’ufficio di igiene pubblico; le norme sanitarie infatti variano molto velocemente.
 

Farmacia di viaggio

Consigliamo di portare una piccola scorta di questi medicinali:

  • Analgesici/antipiretici: acido acetilsalicilico e nimesulide
  • Antibiotici: come ciproxin o amoxicillina o acido clavulanico
  • Antibiotico intestinale (tipo Normix)
  • Antimalarici: da portare comunque 2 confezioni di Lariam in caso di emergenza
  • Antidiarroici: loperamide o caolino in caso di sintomi (da utilizzare solo se veramente necessario!)
  • Sali reidratanti: in caso di perdite di liquidi
  • Contro il mal di auto/aereo: una confezione di compresse o gomme da masticare
  • Antistaminici: in caso di reazioni allergiche
  • Forbici, pinzette e termometro
  • Creme solari
  • Insettifughi ( tipo autan estreme)
Bagagli

Per ragioni di spazio e convivenza ogni persona dovrà avere un solo zaino grande di max 15 kg con dimensioni massime di 30x40x50 cm (60 litri) oltre al classico zainetto a mano con attrezzatura fotografica.
Vi raccomandiamo di rispettare le dimensioni.
Sono da evitare zaini da montagna con spallacci e imbraghi inutili e ingombranti. Suggeriamo borse morbide o piccoli trolley(vedi foto)

BIANCHERIA
Sarà possibile lavare la biancheria dove ci fermeremo per almeno 2 notti.
 

Documenti

Necessario il passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza e con almeno due pagine libere; per l’ingresso in Zambia il visto turistico è ottenibile in aeroporto e costa 50 US$. Da notare che in Zambia, come in Malawi, come in molti Paesi dell’ Africa, valgono solo banconote emesse dopo il 2004.
 

Abbigliamento
  • scarpe comode (si consigliano scarpe da trekking)
  • sandali (meglio se tecnici)
  • ciabatte facili da asciugare per doccia
  • giacca a vento smanicata
  • k-way
  • felpa/pile
  • pantaloni lunghi cotone/lino (colori neutri*)
  • camicie a maniche lunghe cotone/lino (colori neutri*)
  • magliette cotone (colori neutri*)
  • costume da bagno
  • biancheria intima
  • marsupio piatto sottomaglia per passaporto
  • occhiali da sole
  • cappello (colori neutri*)

* Per colori neutri si intendono: verde militare, sabbia, kaki, beige.
 

Altro
  • sacco a pelo in piuma (consigliato un sacco a pelo che resista fino a 5°C)
  • asciugamani
  • binocolo
  • torcia da testa
  • coltellino/borraccia
  • macchina fotografica/videocamera/batterie di ricambio!!!
  • fotocopia passaporto e 2 fototessere
  • zanzariera da viaggio   
Richiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono

Spedizione

Il tuo messaggio

Vuoi ricevere via e-mail informazioni ed aggiornamenti da Africa Wild Truck?
Si