Malawi operazione the big move con la CNN nel parco nazionale del Liwonde

Malawi operazione the big move. Catturare un elefante non è facile. Immaginate di spostarne 500.
In Malawi, dal 2015 sono partiti grandi investimenti per ripopolare alcuni parchi e mettere al sicuro le persone che vivono nei villaggi attorno ai parchi.
Uno dei progetti più ambiziosi è certamente quello che si sta finalizzando: spostare 500 elefanti da parchi nazionali sovraffollati a parchi nazionali in cui il bracconaggio ne aveva quasi annullato il numero.
African parks, NGO che si occupa di conservazione, ha preso nel 2015, sotto le sue ali protettrici, alcuni parchi e riserve nazionali del Malawi in partnership con il Governo del Malawi con l’obiettivo di salvare la fauna selvatica.
La popolazione di elefanti sta precipitando in tutta l’Africa. Una recente indagine ha mostrato perdite catastrofiche,  dai 1,3 milioni nel 1979 ai circa 350.000 di oggi .
La cattura e lo spostamento di 500 elefanti in Malawi dai parchi nazionali del Liwonde e del Majete fino al parco di Nkhotakota nel nord del Paese prosegue anche quest’anno e dà speranza e un segno forte del desiderio del Malawi di diventare un modello di conservazione.
Le operazioni proseguono e diversi team di esperti veterinari seguono ogni passo in diverse zone, con il massimo della cura e cercando il più possibile di evitare traumi agli animali.
Solo pochi giorni fa siamo stati nel Liwonde. Nonostante queste operazioni, gli elefanti avvistati si sono dimostrati calmi e a loro agio. L’attenzione al creare uno stress minimo agli elefanti è una delle più grandi priorità.
La più grande trans-migrazione mai avvenuta per ripopolare un parco dove gli elefanti, nei decenni passati, sono stati decimati dai bracconieri, raccontata in un articolo della CNN.
Potete seguire le operazioni di migrazione con l’hashtag #500elephants